LA VERITÀ SU CARDIO e RITENZIONE IDRICA

La maggior parte della gente è convinta che sessioni infinite di cardio facciano DIMAGRIRE, ma un conto è dimagrire, un conto è PERDERE PESO

Per cardio intendo le lunghe camminate veloci, la corsa e le lezioni musicali di fitness.

Il dimagrimento avviene quando bruciamo il grasso, la perdita di peso quando perdiamo massa magra e qualche liquido momentaneo.

Ed è proprio questo l’effetto delle sessioni infinite di CARDIO: la perdita di massa magra e liquidi (momentanea) dovuti alla sudorazione. 

LA CONSEGUENZA?

 – massa magra = metabolismo basale basso.

MA NON FINISCE QUI: il tutto peggiora quando a farlo è una DONNA con problemi di ritenzione idrica e cellulite.

Bisogna considerare 2 fattori importanti: l’età e il biotipo di appartenenza.

Fare molto cardio porta alla produzione di acido lattico che causa infiammazione e più si va avanti con gli anni più ne è difficile il riassorbimento, infatti, dopo i 30 anni, la capacità di riassorbimento di acido lattico diminuisce quindi un conto è farlo a 20 anni un conto dopo i 35, ovviamente la risposta fisica ed estetica sarà diversa.

È diverso anche se a fare molto cardio è una donna ANDROIDE O GINOIDE. Ovviamente per una donna GINOIDE che ha problemi di ritenzione idrica e cellulite è ancora meno raccomandato.

Normalmente chi fa molto cardio è perché vuole dimagrire o perché ha qualche pena culinaria da scontare, infatti a queste sessioni ci abbinano diete IPOCALORICHE O IPERPROTEICHE che andranno ad aumentare l’infiammazione per colpa della produzione eccessiva di cortisolo ed enzimi acidi per la digestione dell’eccesso di proteine.

IL RISULTATO? POCO TONO MUSCOLARE, AUMENTO DI RITENZIONE IDRICA E CELLULITE.

QUINDI QUANTO CARDIO FARE? 

Dipende dal livello di infiammazione e dal percorso che stai facendo in sala pesi.

Normalmente alle mie allieve faccio fare 5/10’ di riscaldamento all’inizio e massimo 20’ alla fine del workout, ma dipende dal periodo, dalla loro situazione e da cosa vogliono ottenere.